rovine del castello di Unmar

Il castello della casata cugina dei regnanti di Dagmar è compreso nel territorio del granducato. Nelle rovine, un tempo sigillate da un chierico di Habbakuk e poi riaperte dagli Eroi delle Lance, sono rimaste testimonianze della storia della casata e della guerra dinastica che imperversava prima dell’unificazione. Ci sono testimonianze anche di un risvolto più oscuro, cioè la storia del barone Mikal Unmar e di Caesar, suo primogenito che in realtà non era tale bensì figlio del dio Chemosh.
Sotto le rovine sono presenti le tombe di Caesar, di sua madre Sara e dei sei figli delle sei mogli di Mikal. E’ presente anche il cadavere di Mikal, che mutò in un’enorme bestia quando chiese agli dèi di donargli il potere di custodire la tomba di Caesar.
La tomba di Caesar, quando fu aperta dagli Eroi delle Lance, conteneva un teschio di ogre sacro a Chemosh e non vi era traccia del corpo di Caesar.

Dopo il recupero del trono di Uther I di Dagmar, le rovine sono state meta di pellegrinaggio per molti pellegrini oscuri e sono state custodite dal chierico Gunon.
Quando Gunon ha abbandonato le rovine per recarsi nel Recinto di Pietra, qualcuno o qualcosa ha ucciso le guardie poste a difesa delle rovine e ha sottratto i cadaveri del primogenito del barone Mikal, Arius, e dell’ultimogenita, Lirian.

rovine del castello di Unmar

Dragonlance - Il Marchio del Leone Chiara__Leonwolopali